lunedì 29 marzo 2010

Allsvenskan - Analisi 1° e 2° giornata

Primi scampoli di calcio a Stoccolma e dintorni. Calcio per modo di dire, dal momento che l'avvio anticipato del campionato ha costretto le squadre a cimentarsi su campi al limite della praticabilità, con evidenti conseguenze sulla qualità del gioco e sull'attendibilità dei risultati.

I primi due turni di Allsvenskan hanno espresso un sostanziale equilibrio di valori e per emettere un giudizio sulle reali potenzialità delle varie compagini bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Al netto degli anticipi della terza giornata, che si completerà in queste ore, la classifica vede in testa il Malmo a 7 punti (con un partita in più), seguito dalla coppia Hacken-Helsingborg, al momento a punteggio pieno con 2 successi in 2 partite. I gialloneri di Hisingen hanno sfruttato al meglio una delle rare occasioni avute nel derby con l'IFK Goteborg, superato per 1-0 nonostante un netto predominio dei Blavitt, specie nella ripresa. L'Helsingborg, che questa sera ospiterà proprio il Goteborg nella 3° giornata, ha piazzato due 1-0 consecutivi contro Brommapojkarna e Djurgarden: test non esattamente probanti, ma l'HIF ha dimostrato di esistere anche senza Henrik Larsson (e c'è chi giura che l'addio dell'ex treccioluto bomber del Celtic, passato ad allenare i rivali storici del Landskrona, possa essere addirittura un vantaggio per i rossolbù).

Il dato più eclatante di queste prime giornate è sicuramente l'avvio col freno a mano tirato dell'AIK. Il ritorno in Svezia di Sebastian Eguren (in prestito fino a giugno) ha destato fin qui più polemiche (per il suo approdo sulla sponda giallonera di Stoccolma dopo essere stato un idolo del Soderstadion, tana dell'Hammarby) che risultati: pesano per ora come un macigno gli addii di Ivan Obolo e Jos Hooiveld, anche se ai Gnaget il tempo per risalire la china non manca. Così così il Goteborg: dopo il convincente 3-0 sul campo del Kalmar, con un Christensen in stato di grazia e un Hysen scintillante, i biancoblù hanno deluso nel derby con l'Hacken, nonostante le buone occasioni avute nel corso del match. Molto bene invece l'Elfsborg: la squadra di Haglund ha forse il potenziale offensivo più interessante del campionato, potendo disporre, alle spalle dell'inglese Keene, di una batteria di centrocampisti offensivi di prim'ordine, dal neocapitano della Nazionale Anders Svensson, ai talentuosi Emir Bajrami, Denni Avdic, Stefan Ishizaki e Martin Eriksson, senza contare il nuovo gioiello Johan Larsson, autore di una bellissima doppietta nel 6-0 all'Halmstad.

Tra le neopromosse si segnala l'ottimo inizio del Mjallby, squadra espressione di un quartiere di una piccola città del Blekinge, Solvesborg. I gialloneri hanno esordito fermando sullo 0-0 i campioni in carica dell'AIK al Rasunda, per poi supeare tra le mura amiche il GAIS con un convincente 3-0. Trascinatori della squadra il bomber Marcus Ekenberg, già cannoniere in seconda divisione, e il figliol prodigo Tobias Grahn, talento indiscusso troppo spesso frenato da comportamenti non proprio consoni per un calciatore. La sua lenta uscita dal campo al Rasunda con tanto di dito davanti alla bocca a zittire i fischi dei tifosi dell'AIK nella gara d'esordio è forse l'immagine più eclatante di questo primo scorcio di Allsvenskan.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao una domanda..ma te dove guardi le partite?

Giuliano Adaglio ha detto...

Le partite le guardo qui:

http://www.csports.se/

Basta farsi un account, pagare, e il gioco è fatto. Ogni tanto passa qualcosa anche in streaming gratis, ma molto raramente. I gol invece si trovano un po' dappertutto, in particolare sul sito di Aftonbladet, che è sempre molto aggiornato.

Gianni ha detto...

Ciao giuliano ho buttato giu due idee per la prossima giornata..dimmi che ne pensi e il tuo parere se vuoi:

Aik - Orebro

pick: AIK

Idea che mi frulla in testa da ieri e nella speranza che quando tutti i book metterenno le quote riuscirò a prenderla almeno all'80%, i campioni in carica non si possono vedere con 2 punti in tre match, incontreranno un Orebro messo peggio di loro con 2 sconfitte nette e una vittoria con una delle neo promosse l'Atvidabergs che sinceramente in questa categoria ne vedrà di cotte e di crude, credo sia arrivato il momento di portare a casa i primi tre punti.

-----------------------------------

Goteborg - Djurgarden

Qui altri campioni che hanno cominciato con il freno a mano tirato vincendo solo la prima in casa del Kalmar per poi perdere i successivi due match, il mio prono sul segno lo tralascio anche se credo che l'IFK possa vincere facile con gli ospiti, aspetto le quote in Asian-1 e quelle del pupillo Hysen.. il ragazzo si è sempre trovato bene con questa difesa..

Giuliano Adaglio ha detto...

Ciao Gianni, non sono un mago dei pronostici, anzi, quindi prendi con benefeicio d'inventario le mie opinioni.

L'IFK visto fin qui è troppo brutto per essere vero: serve, anzi urge, un'inversione di tendenza per dare un senso alla stagione. Le due partite in casa contro DIF e BP sono un'occasione da non sprecare. E' vero però che i limiti di gioco evidenziati contro l'Hacken e soprattutto contro l'Helsingborg sono strutturali: i Blavitt si affidano ormai in maniera sistematica ai lanci lunghi per Hysen, che sarà anche un fenomeno per queste latitudini ma alla fine diventa prevedibile, specie se lanciato a caso con campanili da 50 metri. Rehn e Olsson non hanno ancora risolto i rebus-centrocampo: il nuovo arrivo Per Eriksson sembra un pesce fuor d'acqua nel ruolo che esaltò Wernbloom (quello di un 10 atipico, per intenderci), mentre a sinistra Bjarnason sembra sprecato. La soluzione potrebbe essere l'inserimento del giovane Sana a sinistra con spostamento di Bjarnason al centro. Tutto questo in attesa del rientro del fenomeno Robin Soder, che però si farà attendere ancora qualche settimana. Chissà in quali condizioni, peraltro.

Il DIF anche oggi ha deluso, sulla carta non c'è partita (l'anno scorso al Gamla Ullevi di questi tempi finì 6-0) però non voglio farmi illusioni.

Sull'AIK invece non posso esprimermi. Li ho visti solo nella Supercoppa contro di noi e m'hanno fatto un'ottima impressione. Pur non brillando si sono confermati squadra ostica e compatta, con Flavio là davanti che fa paura. Non mi spiego questo inizio stentato in campionato, la vicenda-Eguren può aver pesato ma mi rifiuto di pensare che il problema sia tutto nelle bizze dell'uruguaiano. L'Orebro in compenso è una buona squadra. Anche loro hanno iniziato male, ma hanno talento (Porokara, Astvald, Gerzic) e qualità (Kim Olsen, il portiere Alvbage, lo statunitense Bedoya): ci potrebbe stare un pari, visto anche l'indecente manto (?) erboso (???) del Rasunda. Un successo dell'AIK comunque non mi sorprenderebbe: come dici giustamente tu, anche loro prima o poi devono iniziare a vincere...

Gianni ha detto...

Grazie giluiano per le tue preziose info..ne terrò conto!

il mio invito per fare due chiacchere nel nostro sito è sempre valido.. ti ho mandato due mail ma niente...fammi sapere

ciao Gianni

Giuliano Adaglio ha detto...

Figurati Gianni. Le mail le avevo viste e sul vostro sito sono passato ma, come si vede dalla lentezza degli aggiornamenti del mio blog, al momento non ho molto tempo a disposizione. Prometto comunque di fare un salto ogni tanto. Se tu hai bisogno di altri "betting tips" non esitare a chiedermeli qui! Ciao!

Gianni ha detto...

Ok grazie..ma ricorda che nel forum si può anche solo postare le proprie idee senza fare puntate.. insomma il mio è un invito a dire le tue sul campionato svedese e renderti più "famoso" diciamo.. ti vedo preparato e appassionato..uno come te servirebbe in quella sezione, io cerco di tenerla viva ma la mia è pura statistica non seguendo il campionato "visivamente"..non scherzo ti voglio con noi ..! fammi sapere e pensaci bene.. ci vogliono pochi minuti

el señor dionigi ha detto...

A volte la vita è strana perchè c'è sempre qualcuno che ti precede. Dopo che con il tuo blog mi sto trasformando in un appassionato di calcio svedese (di Svezia in generale e di scommesse sul campionato svedese già lo ero, anche se, in entrambi i casi, con risultati modesti), avevo due domande da porti:
- dove ti guardi le partite?
- perchè ogni tanto, senza impegno ma solo con competenza tecnica e conoscenza del dettaglio, non dai qualche consiglio per il picchetto?
Alla prima domanda hai già risposto (andrò a guardare dove tu dici); alla seconda hai risposto in parte, insomma sappi che qui è pieno di "porci" pronti a raccogliere le tue perle..Così almeno, quando ci guarderemo le partite su http://www.csports.se/
, avremo un buon motivo in più per
pensare a te..
Grazie e un saluto dal sr. Dionigi e tutta LB

Anonimo ha detto...

ti rispondo qui perchè sul blog di Vojvoda non ci riesco:

"plavi" in serbo significa "blu", e di colore blu era la vecchia Jugoslavia, poi la Serbia-Montenegro fino al 2006;
da quando è sola la Serbia veste bianco-rosso e infatti il soprannome è "beli orlovi" ovvero "acquile bianche"

;)
markovic

Giuliano Adaglio ha detto...

Grazie Markovic! ;)

Silvano65 ha detto...

Ciao,

volevo chiederti una cortesia. Hai idea di come sia possibile abbonarsi alla tv svedese (oltre che calcio, anche generalista)? Mia moglie ci terrebbe moltissimo e vorrei farglielo come regalo. Complimenti per il blog che mi consentirà di conoscere la Svezia anche dal lato che amo di più, visto che per forza di cose (vedi sopra) non mi posso attivamente occupare di ciò che invece preferirei maggiormente ;-)